Best practices

.

Documento per i “migliori praticanti del turismo creativo”

Una delle missioni del Creative Tourism Network® è quella di elaborare e garantire il rispetto delle buone pratiche del turismo creativo.

Come settore in aumento, è necessario proteggerlo da qualsiasi forma di intrusione che potrebbe portarne ad un uso improprio del concetto, ad un abuso di esperienze supposte e alla perdita di valori inerenti al turismo creativo (in termini di sostenibilità, di potenziamento della comunità locale , dinamizzazione economica, conservazione del patrimonio immateriale, ecc.).

Per questo motivo il Creative Tourism Network® funge da osservatorio che elabora una carta di lavoro in corso e premi le migliori pratiche “Creative Tourism Awards“.

 

 

2010 - I International Conference on Creative Tourism - Barcelona-2CONFERENZA INTERNAZIONALE SUL TURISMO CREATIVO, BARCELLONA, DEC. 2010

La redazione delle “Best Practices of Tourism Tourism” è iniziata all’interno della Conferenza Internazionale del Turismo Creativo, tenutasi a Barcellona dal 9 al 10 dicembre 2010.
Si tratta di un lavoro in corso in cui è possibile partecipare inviando le tue proposte a:
info@creativetourismnetwork.org

 

IMG_4508INCONTRO ESPERTI DI BARCELLONA, GIUGNO 13-14 SETTEMBRE 2013

Esperti provenienti da molti paesi hanno partecipato a questa riunione tenutasi a Barcellona dal 13 al 14 giugno 2013, organizzata da ATLAS con il Creative Tourism Network® e diretto dal professor Greg Richards.
Sono stati discussi casi di turismo creativo proveniente da Catalogna, Paesi Bassi, Ungheria, Portogallo, Italia, Gran Bretagna, Danimarca, Brasile, USA e Thailandia durante queste feconde sessioni in cui gli esperti lavoravano anche sulle “Best Practices of Tourism Tourism”.

 

premi2LA MIGLIORE INIZIATIVA SUL TURISMO RESPONSABILE

Il  Creative Tourism Network® è stato premiato come “IL MIGLIORE INIZIATIVA DEL TURISMO RESPONSABILE 2013″ PER IL SUO CODICE ETICO DEL SETTORE TURISMO CREATIVO dalla VII Conferenza Internazionale sul Turismo Responsabile.
(Www.rtd7.org)

LORO HANNO DETTO SUL TURISMO CREATIVO::

  • “Il turismo creativo non si conforma a un unico modello o alla prospettiva, ma è piuttosto aperto e flessibile nel suo adattamento ai contesti locali”. (Richards e Marques, 2012)
  • “Un aspetto importante è l’accento sul processo e sui contesti più che sul prodotto finale, la partecipazione, il coinvolgimento e l’impegno sia dei turisti che dei fornitori di servizi, sono le caratteristiche del processo di co-creazione (Prahalad e Ramaswamy, 2004). La comunità locale è vitale in questo processo “. (Richards e Marques, 2012)
  • “Senza il coinvolgimento e la partecipazione della comunità locale, il turismo creativo sarebbe difficile, se non impossibile, perché emerge negli spazi mescolati dell’incontro tra turisti e locali “(Richards and Marques, 2012)
  • “Il turismo creativo è una forma di turismo in rete, che dipende dalla capacità dei produttori e dei consumatori di relazionarsi e di generare valore dai loro incontri “(Richards and Marques, 2012)