Douro-Wellcome (North Portugal-Spain)

 Douro-Wellcome- creative tourism
 Ispirati al concetto internazionale di turismo creativo, Douro-Wellcome, Porto-WellcomeGenuine Galizia hanno deciso di riunirsi per offrire ai visitatori del nord del Portogallo e della Galizia esperienze e attività creative e autentiche.

L’obiettivo è sviluppare il potenziale creativo dei viaggiatori, attraverso la loro partecipazione attiva a workshop, corsi e altre forme di apprendimento per scoprire la cultura locale.

Considerato come una forma emergente di turismo, sia dal lato dell’offerta che dal lato della domanda, permette ai visitatori di approfondire la loro conoscenza della cultura locale svolgendo attività creative con gli abitanti.

Lasciati trasportare da questo nuovo concetto nella tua prossima vacanza!

douro-wellcome

http://www.dourowellcome.com

Esperienze creative:

Intervista con Mário Carvalho, CEO di Douro-Wellcome:

– Perchè incorporare la rete internazionale di Creative Tourism Network(R)?

Douro-Wellcome ha sempre avuto come priorità un’offerta diversificata e attenta di programmi turistici, così come abbiamo accompagnato lo sviluppo dei movimenti SLOW internazionali, ci siamo resi conto che in Portogallo c’era un tale vuoto per il turismo creativo…

– E ‘stato difficile ottenere questi riconoscimenti internazionali?

Era laborioso … ma semplice. Infatti, il CEO di Douro-Wellcome coordina anche il gruppo di lavoro sul turismo sostenibile di Quercus – Associazione portoghese per la conservazione della natura, la più grande associazione ambientale portoghese, che è stato un eccellente supporto! Inoltre, abbiamo rapporti privilegiati con la Fondazione di Ecoagroturismo della Spagna che si sono rivelati molto disponibili. L’importante è rimanere concentrati e seguire le linee guida internazionali.

– Quali sono i vostri obiettivi? La vostra filosofia?

Il Douro-Wellcome è stato coinvolto in questo progetto di anima e cuore!
In primo luogo, intendiamo contribuire alla preservazione delle tradizioni e delle usanze portoghesi.
Poi sappiamo che oggi, quando viaggiamo prendiamo “selfie” con i monumenti che non ricordo il nome, quindi è nostra intenzione che chi visita il Portogallo fanno più attivamente, per mezzo di una esperienza più autentica e più creativa.
Vogliamo soprattutto creare ricordi, che è possibile solo se sperimentiamo le cose, se partecipiamo a esperienze indimenticabili e uniche.
Infine, i programmi di viaggio che offriamo, siamo attenti a coinvolgere le comunità locali in modo intendiamo contribuire allo sviluppo economico e sociale di queste comunità e selezionati quelli che sono allineati in principi dell’ecoturismo, al fine di ridurre l’impronta ecologica quale turismo genera.

– Quali attività propone Douro-Wellcome?

Ci sono tanti! Ad esempio, passeggiate all’aria aperta in cui i turisti seguono il viaggio di un pastore con il suo gregge o gite sul campo guidati dal proprietario di un’unità agricola o di un casolare rurale come i vigneti. Abbiamo anche attività legate alla gastronomia locale …

– Mangiare in luoghi tradizionali?

Sì! Abbiamo una lista di ristoranti eccellenti, ma non solo. Volevo dire anche confecionar, ogni programma può imparare a fare il pane, o fare marmellate e liquori prodotti autoctoni, o uno dei miei preferiti, che è in visita nella casa di un contadino e imparare a fare affumicatoio il fuoco, con presenza di nonni, bambini, nipoti …

Abbiamo anche programmi nel settore del turismo del vino, che offrono un’esperienza enologica, come ad esempio una giornata trascorsa in una fattoria durante visite e test, o il pacchetto più comune che è la partecipazione alla vendemmia. Abbiamo anche laboratori artigianali, come ad esempio le maschere tradizionali di Tras-os-Montes (nord del Portogallo), dove una famiglia apprende la tecnica con artigiano locale nel suo laboratorio, e, infine, in grado di portare a casa a sua maschera  …

Qualche attività originale che ci consigliate?

La ciliegina sulla torta: nella zona di confine tra il nord del Portogallo e la Galizia, fare un’attività legata alla pratica estinto del contrabbando, in cui i visitatori partecipano attivamente ricreazione, al momento, effettuata da un’associazione locale.
Tutti gli attori sono residenti nel villaggio ospite e anche loro erano ex guardie fiscali, carabinieri o contrabbandieri. Ora indovina chi saranno i contrabbandieri …

– Qual è il tuo modo di lavorare con le comunità locali?

Con la vicinanza. Come ho detto prima, quando possibile coinvolgiamo la popolazione locale, il che rende questo progetto differenziato. Queste persone sono quelle che conoscono meglio la regione e le usanze e quando collaborano con Douro-Wellcome sono felici e orgogliosi di accogliere visitatori nazionali e internazionali, sinceramente interessati alla cultura portoghese. Amano condividere le loro tradizioni, le loro conoscenze, perché sentono di poterle perpetuare.

– Qual è il profilo dei turisti “creativi” che partecipano alle tue attività?

Abbiamo partecipanti di tutte le età, quindi possiamo dire che il denominatore comune sono le persone che vivono in un ambiente urbano e che sono curiosi di sapere come vivono nei villaggi e nelle città dell’interno del Portogallo. O, nel caso delle famiglie, che vogliono condividere questo riferimento con i loro figli e nipoti.
Possiamo dire che i turisti in cerca di questo prodotto apprezzano destinazioni non di massa, come luoghi autentici e genuini. Alcuni hanno già mostrato un interesse ambientale e danno valore alla responsabilità sociale ed economica.

 

– Qual è il valore aggiunto di Douro-Wellcome sul territorio?

Attraverso la partecipazione della comunità locale in attività specifiche, l’uso dei suoi servizi e dei suoi prodotti a Km 0, contribuiamo a creare valore per i prodotti locali alla loro origine.
Incoraggiare in queste azioni che i turisti abbiano acquisito prodotti locali e stagionali, sostenendo i produttori locali, l’agricoltura biologica e la biodiversità agricola, il commercio equo e l’equilibrio tra gli interessi dei turisti e la popolazione locale.
L’intero ciclo è innescato da l’arrivo dei turisti all’interno del Portogallo, creando una dinamica importante in grado di migliorare la qualità della vita delle popolazioni locali, che ha diversificato le sue attività, aumentare il reddito, consentendo il collegamento di persone in questa zona del centro densità.